One school for One year

Korba, Nabeul, Tunisia
Finanziato il 30 / 07 / 2017
Co-finanziato
Ottenuto
€ 5.370
Minimo
€ 5.200
Ottimo
€ 13.500
21 Co-finanziatori
Collaborando € 5
Mentzione
Menzione nella pagina web della fondazione ideaborn
> 02 Co-finanziatori
Collaborando € 15
Newsletter
menzione nella pagina web della fondazione ideaborn piú newsletter trimestrale per un anno
> 03 Co-finanziatori
Collaborando € 25
Poster - copia digitale
menzione nella pagina web della fondazione ideaborn, newsletter trimestrale per un anno, piú copia digitale del poster personalizzato della scuola
> 04 Co-finanziatori
Collaborando € 50
Poster
menzione nella pagina web della fondazione ideaborn, newsletter trimestrale per un anno, piú copia cartacea del poster personalizzato della scuola
> 00 Co-finanziatori
Collaborando € 100
Video
menzione nella pagina web della fondazione ideaborn, newsletter trimestrale per un anno, piú copia digitale del poster personalizzato della scuola, 10 minuti di video reportage delle attivitá scolastiche con il suo nome nei ringraziamenti
> 01 Co-finanziatori
Collaborando € 200
interazione con le scuole
per donatori come scuole / classi societá che lavorano nel campo dell'istruzione offriamo: menzione, newsletter, poster, video, una copia digitale di 3 moduli della guida di educazione alla cittadinanza, più una sessione di discussione a scelta tra video conferenza o scambio di email con gli insegnanti ed i bambini della scuola e certificato di investimento solidale
> 01 Co-finanziatori
Collaborando € 300
certificato di investimento solidale
per le imprese che ci vogliono finanziare: menzione, newsletter, poster, video, inserzione del logo in tutte le attivitá del porgetto cosí come nella nostra pagina web e il certificato di investimento solidale
> 02 Co-finanziatori

Su questo progetto

Promuovere la paritá di genere e prevenire la violenza giovanile nella Regione Mediterranea
Materiale Minimo Ottimo
Materiali Tecnologici e didattici per club
I materiali didattici innovativi rappresentano una delle basi fondamentali per supportare gli studenti e gli insegnati nel mettere in pratica esperienze di una buona cittadinanza, uguaglianza e nella gestione dei conflitti. Per questo motivo abbiamo bisogno di stampare e distribuire questi materiali. Così come siamo convinti che ogni scuola abbia bisogno di dotarsi di materiale tecnologico essenziale per avere un libero accesso a informazioni qualitative. Il budget minimo é di 700 euro, per una realizzazione totale del progettoinvece il budget è di 2100 euro per sviluppare 3 cominitá di apprendimento in una scuola.
€ 700
2. Materieli teconologici e didattici per club:
I materiali didattici innovativi rappresentano una delle basi fondamentali per supportare gli studenti e gli insegnati nel mettere in pratica esperienze di una buona cittadinanza, uguaglianza e nella gestione dei conflitto. Per questo motivo abbiamo bisogno di stampare e distribuire questi materiali. Così come siamo convinti che ogni scuola abbia bisogno di dotarsi di materiale tecnologico essenziale per avere un libero accesso a informazioni qualitative. Il budget minimo é di 700 euro, per una realizzazione totale del progettoinvece il budget è di 2100 euro per sviluppare 3 cominitá di apprendimento in una scuola.
€ 1.400
Compito Minimo Ottimo
insegnanti per il progetto
I professori hanno le responsabilità di investire più tempo ed energie del normale per insegnare e condividere con gli studenti le buone pratiche di educazione alla cittadinanza. Graie alle loro azioni e all’incoraggiamento alle pratiche di dibattito i ragazzi miglioreranno le proprie abilità per csotruire il proprio futuro lontano dalla criminalità e dai comportamenti violenti. Gli insegnanti discuteranno con noi le fasi e i loro personali approcci al nuovo materiale pedagogico. Per queste ragioni ci sembra necessario incoraggiare e soprattutto monetizzare il loro tempo e disponibilità con un compenso economico 2 insegnanti :per un club per un anno 900 euro. Per il nostro obiettivo ottimale, saranno 3 club per un anno (6 insegnanti coinvolti): 2700 euro
€ 900
Esperti locali
Gli insegnati, cosí come lo staff amministrativo della scuola e gli stessi studenti durante lo svoglimento del porgetto non sono lasciati soli, ad affiancarli, cosí come a formarli vi é la presenza di uno o piú esperti locali, formatori di professori e specialisti di educazione e diritti umani. Il compenso professionale: 1 minimo 900 massimo 2900.
€ 900
Gestione
Come in ogni lavoro sperimentale ed innovativo, questo progetto ha bisogno di avere una gestione che includa il monitoraggio, cosí come una efficiente amministrazione. Queste azioni devono essere indirizzate alla comunità coinvolta per migliorare le proprie prestazioni giorno per giorno. Nella gestione vi è inoltre la capacità comunicativa e di networking tra i vari attori coinvoltoti ed interessati. Per questo motivo consideriamo la gestione una parte fondamentale per il successo del progetto.L’ obiettivo minimo 1200. L'obiettivo massimo sarà di 2800 euro.
€ 1.200
Attivitá delle comunitá di apprendimento:
materiali teconologici e didattici sono due dei tre pilastri del progetto. Gli studenti hanno bisogno di esercitare le loro abilitá anche fuori dall’area scolastica ed immergersi nella vita quotidiana del loro paese. Minimo 1500 max 3000 euro
€ 1.500
2. insegnanti per il progetto
I professori hanno le responsabilità di investire più tempo ed energie del normale per insegnare e condividere con gli studenti le buone pratiche di educazione alla cittadinanza. Graie alle loro azioni e all’incoraggiamento alle pratiche di dibattito i ragazzi miglioreranno le proprie abilità per csotruire il proprio futuro lontano dalla criminalità e dai comportamenti violenti. Gli insegnanti discuteranno con noi le fasi e i loro personali approcci al nuovo materiale pedagogico. Per queste ragioni ci sembra necessario incoraggiare e soprattutto monetizzare il loro tempo e disponibilità con un compenso economico 2 insegnanti :per un club per un anno 900 euro. Per il nostro obiettivo ottimale, saranno 3 club per un anno (6 insegnanti coinvolti): 2700 euro
€ 1.800
2. Attivitá delle Comunitá di apprendimento:
materiali teconologici e didattici sono due dei tre pilastri del progetto. Gli studenti hanno bisogno di esercitarele loro abilitá anche fuori dall’area scolastica ed immergersi nella vita quotidiana del loro paese. Minimo 1500 max 3000 euro
€ 1.500
2. Esperti locali
Gli insegnati, cosí come lo staff amministrativo della scuola e gli stessi studenti durante lo svoglimento del porgetto non sono lasciati soli, ad affiancarli, cosí come a formarli vi é la presenza di uno o piú esperti locali, formatori di professori e specialisti di educazione e diritti umani. Il compenso professionale: 1 minimo 900 massimo 2900.
€ 2.000
2. Gestione
Come in ogni lavoro sperimentale ed innovativo, questo progetto ha bisogno di avere una gestione che includa il monitoraggio, cosí come una efficiente amministrazione. Queste azioni devono essere indirizzate alla comunità coinvolta per migliorare le proprie prestazioni giorno per giorno. Nella gestione vi è inoltre la capacità comunicativa e di networking tra i vari attori coinvoltoti ed interessati. Per questo motivo consideriamo la gestione una parte fondamentale per il successo del progetto.L’ obiettivo minimo 1200. L'obiettivo massimo sarà di 2800 euro.
€ 1.600
Total € 5.200 € 13.500
Imprescindibile
Aggiuntivo

Informazione generale

"Una Scuola-Un Anno" ambisce a sostenere una scuola per un anno nella regione mediterranea. il progetto é focalizzato nella promozione della parità di genere e nella prevenzione della violenza giovanile.

Inizieremo da una scuola, e poi un'altra e un'altra ancora...
Nel corso degli ultimi due anni abbiamo realizzato un nuovo metodo didattico per i docenti al fine di migliorare il loro insegnamento nel campo dell’educazione alla cittadinanza inserendo nelle loro lezioni la pratica quotidiana di doveri, diritti e responsabilità, grazie alla realizzazione di attività teoriche e pratiche dentro e fuori il contesto scolastico.
Il lavoro da cui partiamo è il Forming Responsible Citizens (FRC), un progetto Euro Mediterraneo per la prevenzione della violenza giovanile e il sostegno alla parità di genere messo in atto in Marocco e Tunisia. Il progetto é stato realizzato con la partecipazione ed il sostegno dei Ministeri dell’educazione del Marocco e della Tunisia ed il supporto dei nostri partner locali.

La prima attività del FRC è stata quella di realizzare uno studio concernente il sistema di insegnamento dell’educazione civica nei paesi in questione. Dalle conclusioni di questo studio abbiamo poi realizzato un nuovo materiale pedagogico da utilizzare come strumento per aiutare gli insegnanti a trattare con più costanza le tematiche e le pratiche dei valori di cittadinanza. Sino ad ora siamo stati in grado di utilizzare i materiali per un tempo molto breve in alcune scuole. Con il tuo aiuto, saremo in grado di finanziare il lavoro in una scuola per un anno!

Grazie a te potremmo incrementare la probabilità che i nuovi metodi di insegnamento siano interiorizzati dagli insegnanti e dal personale scolastico e messi in pratica anche negli anni a venire.

Nella nostra fondazione siamo convinti che quando un bambino e bambina vengono trattati con rispetto e incoraggiati ad usare la propria immaginazione per perseguire i loro sogni, quel bambino e quella bambina svilupperanno la necessaria autostima e potranno avere successo nel loro vivere presente e futuro, sociale e professionale.
Noi crediamo anche che quando un bambino e una bambina vengono incoraggiati a partecipare al lavoro di squadra, ad abituarsi a regolare, governare e risolvere le divergenze attraverso il dialogo saranno poi in grado di contribuire positivamente alle dinamiche sociali della propria famiglia, quartiere, città, nonché allo sviluppo della loro vita futura.
Ci sono valori universali che trascendono ogni tipo di cultura ed è dovere di noi tutti facilitare ai giovani gli strumenti per la conoscenza e la pratica quotidiana della medesima. Tra questi valori universali vi è l'uguaglianza dei diritti, dei doveri e delle responsabilità tra gli uomini e delle donne e l'irrilevanza del colore della pelle, delle caratteristiche fisiche, delle credenze religiose, dei pensieri politici o dell'orientamento sessuale per una uguaglianza non negoziabile.

Descrizione del progetto. Caratteristiche, punti di forza e peculiarità.

Grazie al nuovo materiale pedagogico, alle lezioni apprese e grazie alle sinergie create con attori pubblici e privati, il progetto "Un Scuola - Un Anno" permette di mettere in pratica un'istruzione per la cittadinanza che risponda alle esigenze del momento presente promuovendo l'acquisizione di competenze sociali, civiche e interculturali.

Il progetto è strutturato in tre assi tematici chiave:

  1. Cittadini Responsabili e Pro-attivi
  2. Eguaglianza di Genere
  3. Gestione dei Conflitti

Il lavoro si sviluppa principalmente attraverso la creazione di club (comunità di apprendimento) e la formazione ed assistenza agli insegnanti.
La formazione per gli insegnanti a sua volta si divide in tre principali componenti:

1) Rafforzare ed orientare le capacità degli insegnanti e del personale scolastico per svolgere un'educazione responsabile della cittadinanza, grazie alla metodologia pedagogica del programma FRC. Le sessioni di orientamento saranno indirizzate a insegnanti di diverse discipline quali Storia, Geografia, Lingue e Letteratura, Matematica, ecc., Tenendo conto del contesto di ogni scuola.

2) Il progetto inoltre ambisce a promuovere connessioni e scambi attivi tra la scuola e la società civile che la circonda attraverso la creazione di comunità educative in ogni scuola incentrate sulle tematiche della prevenzione della violenza e delle ineguaglianze di genere. L’agenda così come le attività di queste comunità educative saranno affiancate e monitorate da formatori professionisti per aiutare insegnanti ed altri attori sociali a realizzare gli obiettivi posti.

3) Infine, volgiamo sostenere le scuole attraverso materiale curriculare ed extra curriculare. La guida metodologica per le attività, sarà distribuita ad hoc insieme all’installazione di materiale extra didattico e tecnologico per permettere l’accesso alle comunità scolastiche a informazioni qualitative nell’era digitale.

Motivazione e a chi si dirige il progetto

Il progetto ambisce a migliorare le capacità dei bambini e dei giovani nello sviluppare il pieno esercizio dei loro diritti, doveri e responsabilità che corrispondono alla loro etá secondo l’articolo XII della convenzione sui diritti del Bambino:

"Gli Stati parti garantiscono al fanciullo capace di discernimento il diritto di esprimere liberamente la sua opinione su ogni questione che lo interessa, le opinioni del fanciullo essendo debitamente prese in considerazione tenendo conto della sua età e del suo grado di maturità. A tal fine, si darà in particolare al fanciullo la possibilità di essere ascoltato in ogni procedura giudiziaria o amministrativa che lo concerne, sia direttamente, sia tramite un rappresentante o un organo appropriato, in maniera compatibile con le regole di procedura della legislazione nazionale."

Le scuole dove stiamo mettendo in atto il progetto sono: il liceo tecnico di Makhtar, Siliana, il liceo "Rue El Menzeh Beni Khalled", a Nabeul e il Liceo "2 marzo 1934", Korba, in Tunisia e nella scuola secondaria di Khadija Oum Elmouminine, Ibn Zaidoun e Lamssallah - Badre, nell'area di Casablanca, in Marocco.

Queste scuole rappresentano sia aree urbane che rurali. In ambo le situazioni, questo progetto rappresenta un'occasione concreta ed irrinunciabile per preparare i giovani al futuro come attori protagonisti nella vita civica delle loro società.
Per combattere la violenza e l'estremismo dobbiamo cambiare i fattori che creano terreno fertile per ideologie radicali, ad esempio la disuguaglianza, l'esclusione sociale, la discriminazione e la radicalizzazione. Per fare ciò dobbiamo contribuire al potenziamento dell'educazione alla cittadinanza nelle regioni vulnerabili fornendo ai ragazzi e alle ragazze gli strumenti per intraprendere con coscienza un ruolo positivo nello sviluppo socioeconomico del loro paese

Obiettivi della campagna di crowdfunding

"Una Scuola per Un Anno" ambisce a raggiungere i seguenti obiettivi:

• Preparare i giovani per il loro futuro come partecipanti attivi nelle loro comunità.
• Ridurre notevolmente la probabilità di esclusione e radicalizzazione e di disuguaglianza di genere.
• Rafforzare il ruolo della scuola come strumento per la prevenzione della violenza giovanile, della disuguaglianza e della discriminazione tra i sessi
• Rafforzare le capacità e il ruolo degli insegnanti come promotori civici
• Migliorare la partecipazione attiva degli studenti e delle loro famiglie nelle attività della scuola e della società civile.

Esperienza previa e team

La Fondazione Ideaborn lavora per il rafforzamento istituzionale e per stimolare le sinergie tra il settore pubblico, il settore privato e la società civile nel miglioramento della conoscenza e dell'accesso ai diritti umani e alle libertà fondamentali. A tal fine, la fondazione ideaborn realizza il suo lavoro in due settori principali: il Rule of Law e Buon governo.

Dalla nostra fondazione nel 2010 abbiamo sviluppato diversi progetti relativi alla prevenzione della violenza e dell'accesso alla giustizia delle popolazioni piú svantaggiate. Lo abbiamo fatto in diversi paesi dell'America Latina, dell'Europa Sudorientale, dell'Asia e dell'Africa. Dal 2013, abbiamo due programmi permanenti in questo settore. Uno di loro ha bisogno del tuo contributo! :)
www.ideaborn.net

La Fondazione ideaborn sta istituendo per questo obiettivo un'entità chiamata Global Citizenship Education Fund (Fondo Globale per l'Educazione alla Cittadinanza) per offrire una maggiore proiezione e sostenibilità continua al nostro programma di cittadinanza responsabile. Un programma attuato sotto il patrocinio dell'Unione per il Mediterraneo
Il Global Citizenship - Fund for Education (GC-EF) è una fondazione con un unico obiettivo, cioè di sostenere il lavoro di organizzazioni e individui dedicati a migliorare la qualità dell'istruzione fornita ai bambini dagli 11 ai 17 anni.

Impegno sociale