La Invisible se cuida

Calle Nosquera, 9, Málaga, España
1ª giro Restano 14 giorni
In cerca del meglio
Ottenuto
€ 40.605
Minimo
€ 30.000
Ottimo
€ 90.000
378 Co-finanziatori
Collaborando € 10
Mención en LiveVisible

Mencion de aportantes en una transmision especial de streaming de LiveVisible

Recuerda que con donaciones de hasta 150 euros te beneficiarás de una desgravación del 80%.
Para mas info: www.goteo.org/calculadora-fiscal

> 50 Co-finanziatori
Collaborando € 30
Mencion en LiveVisible - Taller gratuito

Mencion de aportantes en una transmision especial de streaming de LiveVisible- Concurrencia gratuita a una clase de cualquiera de los talleres que se dictan en La Invisible

Recuerda que con donaciones de hasta 150 euros te beneficiarás de una desgravación del 80%.
Para mas info: www.goteo.org/calculadora-fiscal

> 31 Co-finanziatori
Collaborando € 50
Mencion en LiveVisible - Taller gratuito - Diseño

Mencion de aportantes en una transmision especial de streaming de LiveVisible - Concurrencia gratuita a una clase de cualquiera de los talleres que se dictan en la Invisible - Diseño gráfico original y descargable de una creadora invisible

Recuerda que con donaciones de hasta 150 euros te beneficiarás de una desgravación del 80%.
Para mas info: www.goteo.org/calculadora-fiscal

> 54 Co-finanziatori
Collaborando € 100
Mencion en LiveVisible - Taller gratuito - Pack de diseño

Mencion de aportantes en una transmision especial de streaming de LiveVisible- Concurrencia gratuita a un mes a cualquiera de los talleres que se dictan en la Invisible - Pack de diseños gráfico originales y descargables de creadoras invisibles.

Recuerda que con donaciones de hasta 150 euros te beneficiarás de una desgravación del 80%.
Para mas info: www.goteo.org/calculadora-fiscal

> 38 Co-finanziatori
Collaborando € 200
Mencion en LiveVisible - Taller gratuito - Pack Diseño - Libro

Mencion de aportantes en una transmision especial de streaming - Concurrencia gratuita a un mes de cualquiera de los talleres que se dictan en la Invisible -Pack de diseños gráficos originales y descargables de creadoras invisibles - Libro: "Lo absoluto de la democracia" de Raúl Sánchez Cedillo

Recuerda que en los primeros 150 euros te beneficiarás de una desgravación del 80%, la parte que supera los 150 euros tiene una desgravación del 35%.

Para mas info: www.goteo.org/calculadora-fiscal

> 08 Co-finanziatori
Collaborando € 500
Mencion en LiveVisible - Taller gratuito - Diseño - Libro - Entrada espectáculo

Mencion de aportantes en una transmision especial de streaming - Concurrencia gratuita a un mes de cualquiera de los talleres que se dictan en la Invisible -Pack de diseños gráficos originales y descargables de creadoras invisibles - Libro: "Lo absoluto de la democracia" de Raúl Sánchez Cedillo - Entrada para un evento cultural especial en La Casa Invisible

Recuerda que en los primeros 150 euros te beneficiarás de una desgravación del 80%, la parte que supera los 150 euros tiene una desgravación del 35%.

Para mas info: www.goteo.org/calculadora-fiscal

> 03 Co-finanziatori

Su questo progetto

Dopo 14 anni di gestione cittadina, abbiamo bisogno del tuo supporto per avviare la riabilitazione completa dello stabile e garantire l'accessibilità a tutt*.
Infrastruttura Minimo Ottimo
Zaguan 11 y Vestíbulo Nosquera 11
Nosquera 11: Reparación techos del zaguán y vestíbulo. Reparación tramo de escaleras. Trabajos de pintura. Se incluyen materiales y mano de obra
€ 2.500
Aseos Tetería
Reparación completa de aseos de la Tetería. Revestimientos, sanitarios, instalaciones, carpintería y pintura
€ 2.500
Escalera Nosquera 11
Reparación techo sobre escalera y pintura
€ 2.000
Sala Dorado y pasillo contiguo
Retiro, reparación y colocación de solería. Arreglos en techos
€ 2.600
Aseo Sala Chimenea
Reparación completa de aseos de la Tetería. Revestimientos, sanitarios, instalaciones, carpintería y pintura
€ 2.000
Aseos Pasaje Andrés Pérez
Rehabilitación completa de aseos. Solado, alicatado, instalaciones, sanitarios, carpintería y pintura
€ 4.600
Escalera Andrés Pérez
Rehabilitación de escalera. Solado, revestimientos, instalaciones y pintura
€ 3.100
Sala Oeste Andrés Pérez
Reacondicionamiento completo de Sala Oeste. Medianería, revestimientos, solado, techo, aislamiento, instalaciones, carpintería y pintura.
€ 6.700
Forjados y estructuras Andrés Pérez
Reparación de forjados en edificio de Andrés Pérez. Rehabilitación de estructuras
€ 10.000
Fachada y medianeras
Arreglos y pinturas de fachada y medianeras de edificio Andrés Pérez
€ 4.500
Cubierta
Reparación cubierta inclinada Edificio Andrés Pérez
€ 2.000
Aseo accesible en Andrés Pérez
Instalación de aseo accesible en Edificio Andrés Pérez
€ 3.000
Ascensor
Instalación de ascensor para garantizar accesibilidad en edificio Andrés Pérez
€ 12.000
Otras instalaciones
Partida para instalaciones varias en Edificio Andrés Pérez
€ 3.200
Compito Minimo Ottimo
Tasas Edificio Nosquera
Tasas e ICIO
€ 3.000
Gastos Gestión
Aportación Goteo + Comisiones Bancos
€ 1.000
Albañilería
Mano de obra para trabajos de albañilería en edificio Andrés Pérez
€ 3.500
Carpinterías, vidrios y cerrajerías en edificio Andrés Pérez
Material y mano de obra para reparación de carpinterías, vidrios y cerrajerías
€ 3.300
Tasas e ICIO Edificio Andrés Pérez
Proyecto básico - Proyecto ejecución - Estudio de Seguridad y Salud - Dirección de obra - Dirección de Ejecución - Coordinación de Seguridad y salud Tasas licencia de obra ICIO
€ 11.000
Gastos de campaña
Partida para gastos de campaña de crowdfunding
€ 1.000
Materiale Minimo Ottimo
Solería, revestimientos y pinturas en Edificio Andrés Pérez
Material para reemplazo de solería. Material para revestimientos. Pinturas
€ 4.500
Pinturas
Pintura para edificio Andrés Pérez
€ 2.000
Totale € 30.000 € 90.000
Imprescindibile
Aggiuntivo

Informazione generale

La Invisible è un Centro sociale e culturale gestito da cittadini situato in un edificio della fine del XIX secolo nel centro storico della città di Malaga.

L'esistenza de La Invisible è, di per sé, un'opposizione alla disastrosa politica di conservazione del patrimonio da parte del Consiglio Comunale che ha portato alla demolizione di 308 edifici storici dal 1995.

Quella era la destinazione dell'edificio che ospita La Invisible (era prevista solo la conservazione della sua facciata), cosa che siamo riusciti a evitare quando siamo entrati nel 2007.

L'obiettivo che ci proponiamo con questo crowdfunding è quello di raccogliere fondi per avviare la riabilitazione dell'edificio e garantire l'accessibilità a tutt*.

Proponiamo una riabilitazione in diverse fasi in modo che non sia necessaria la sospensione delle attività in corso de La Invisible. Abbiamo ideato un modello di intervento rispettoso dell'unicità dell'immobile e dei progetti e della collettività che lo abitano.

Nonostante l'edificio sia di proprietà comunale, il Comune ha già dimostrato che non intende investire nemmeno nella sua conservazione. Il Comune è in possesso del nostro progetto di riabilitazione, ma è chiaro che la sua strategia è quella di lasciar deteriorare l'edificio per giustificare un successivo sfratto. È nelle nostre mani impedirlo, ed è per questo che apriamo questo crowdfunding.

Continueremo a dimostrare che esiste un altro modo per fare città, più sostenibile e anche più economico, creando una città senza distruggerla. Continueremo ad alimentare questa insorgenza di idee e sperimentazione.

Mentre chiediamo la cessione dello spazio, continueremo a prenderci cura, abitare e riabilitare La Invisible. Perché in tempi di crisi come quello attuale spazi come questo sono vitali. Pertanto, contiamo su di te.

Descrizione del progetto. Caratteristiche, punti di forza e peculiarità.

Cosa significa abitare? Abitare non è semplicemente occupare un recinto, riempire un vuoto, apparire dove prima non c'era nessuno. Abitare è relazionarsi tra noi che condividiamo uno spazio, stabilire legami emotivi e sociali. Abitare è vivere, nel senso più ampio del termine. Abitare è, insomma, prendersi cura del luogo che ci accoglie. Per questo abitare è anche riabilitare.

Nel 2007 abbiamo iniziato ad abitare questo bellissimo edificio del XIX secolo che poi abbiamo chiamato La Casa Invisible, perché chi governava a Malaga (lo stesso di oggi) non voleva vederci, peró qui eravamo e qui siamo ancora: creatrici e creatori, vicine e vicini di casa al quale stavano rubando il loro quartiere, artist di ogni tipo, attivist sociali, educatrici ed educatori …

Non è stato facile, ovviamente no. La nostra città, governata dalla destra da decenni, è in via di turistificazione, e anche la situazione attuale non ha portato il governo a pensare ad altri modi di abitare la città.

Già nel 2009, grazie ad un'intensa mobilitazione cittadina, abbiamo dovuto paralizzare un primo tentativo di sfratto, tanto che nel 2011 abbiamo finalmente firmato un accordo di trasferimento temporaneo dell'edificio (a cui si sono uniti anche il Consiglio provinciale di Malaga, la Junta de Andalucía e il Museo Nazionale Reina Sofía). L'accordo è stato violato, e quando è stato il momento di firmare la cessione temporanea dell'edificio, come previsto, ha rifiutato. Ancora una volta, la mobilitazione dei cittadini è riuscita a vanificare un altro tentativo di sfratto e le trattative sono state riprese. E, per non perdere l'usanza, il Consiglio Comunale ha rotto unilateralmente quel nuovo tavolo.

Il progetto sociale e culturale è anche l'edificio che lo ospita. L'abbiamo già detto, non concepiamo vivere senza riabilitare. E vogliamo riabilitare in modo da rispettare le particolarità dell'edificio, di cui difendiamo e tuteliamo il valore del patrimonio da 14 anni con lo sforzo enorme e disinteressato di una moltitudine di persone.

La Casa-costruzione e la Casa-persone respirano assieme: l'una fa l'altra e viceversa.
Nel 2016 abbiamo presentato un progetto di base per la riabilitazione integrale dell'edificio, basato su una profonda conoscenza e studio delle sue caratteristiche, nonché sui principi della bioedilizia. Proponiamo un modello di intervento che rispetta l'unicità dell'immobile e dei progetti e della collettività che lo abitano, anche per questo si realizza in quattro fasi.

Continueremo a chiedere che il Consiglio Comunale torni al tavolo delle trattative (che l'amministrazione comunale ha sollevato unilateralmente nel 2018) per la cessione dell’edificio. Abbiamo già fornito ampi esempi di come riusciamo a prenderci cura, abitare e riabilitare la proprietà.

Con quello che raccoglieremo da questo crowdfunding, continueremo su questa strada. Il Consiglio comunale non può continuare a voltare le spalle a questo progetto, che ha il sostegno maggioritario della cittadinanza. Con il tuo supporto continueremo a prenderci cura de La Invisible, per tutt* noi.

L'obiettivo di base è ottenere inizialmente i 30.000 euro che consentiranno:

-Realizzare le azioni minime e necessarie di ristrutturazione negli edifici di Andres Perez e Nosquera, riabilitando stanze, scale e servizi igienici.

Se raggiungiamo l'ottimale di 90.000 euro, oltre a quanto sopra, possiamo eseguire:

-Garantire per l'accessibilità della casa, installando un ascensore nell'edificio Andrés Perez e di una toilette accessibile.
-Il recupero di spazi ad uso comunitario e lo sviluppo di nuovi progetti.
-La riparazione di falegnameria interna e vetreria.
-La messa a punti delle facciate e dei muri divisori.
-Operazioni di ottimizzazione su pavimentazioni, rivestimenti e pitture.

Questi lavori ci permetteranno di continuare a utilizzare lo spazio, garantendo, come abbiamo sempre fatto, sicurezza, igiene e rispetto dei materiali e dei progetti originale con valore patrimoniale.

Motivazione e a chi si dirige il progetto

Il progetto è rivolto a tutti i cittadini, creatori e gruppi affini di tutto il mondo.

La Invisible è uno spazio che da 14 anni, e in modo volontario, ospita centinaia di eventi artistici, uno spazio di creazione e di incontro per movimenti e gruppi. Nelle suoi spazi hanno preso forma e si sono sviluppati centinaia di progetti di solidarietà per il bene comune.

La casa, con i suoi oltre 2.000 mq attorno a un patio protetto da un rigoglioso gelso, un ficus e che conserva ancora una fontana tradizionale, è diventata un polmone di cooperazione, sperimentazione sociale e cultura libera. Iniziative come l'Università Libera e Sperimentale, laboratori di indagine visiva e sonora, una vasta gamma di arti dello spettacolo e del corpo, corsi di spagnolo per stranieri, punto di incontro e organizzazione di migranti, di persone colpite da crisi successive (l'ultima in COVID-19 ), sede di collettivi di pensiero femminista, ambientalista e filosofico.

Sono innumerevoli le vite che hanno vissuto, che hanno fatto respirare la Casa e quelle che la Casa ha fatto respirare. I suoi cortili, stanze e corridoi sono stati e sono un luogo di incontro, socializzazione, creazione e pratica di alternative comunitarie al modello offerto dalla città neoliberale.

Esperienza previa e team

Grazie alla intensa collaborazione, intelligenza e generosità di centinaia e migliaia di anonimi cittadini, possiamo affermare che in questI primI 14 anni La Casa Invisible ha raggiunto i suoi obiettivi e si è consolidata, anche con errori e problemi, come importante e necessaria nella vita socio culturale della nostra città.

Gli obiettivi che ci siamo posti erano (e sono):

Stimolare processi di auto-organizzazione sociale che rafforzano reti sociali e movimenti che lavorano per la giustizia sociale.
Creare un laboratorio di sperimentazione culturale guidato da creatori locali e basato su criteri di cooperazione, produzione collaborativa e cultura libera.
Promuovere corsi di formazione in diversi settori (scienze sociali, politica, tecnologia, arte e creazione, ecc.) Che promuovono il pensiero critico, l'empowerment dei cittadini, la creatività sociale e l'azione collettiva.
Sperimentare modelli di gestione cittadina delle strutture e dei beni comuni che promuovano una radicalizzazione democratica basata sull'equità e sulla partecipazione diretta dei vicini e dei cittadini alla progettazione, preparazione e gestione delle politiche pubbliche.

Esaminando la vitalità che ha vissuto l'edificio di Via Nosquera, troviamo migliaia di proposte culturali e sociali (scene musicali, creatori, movimenti sociali, hacker, vicini di casa, migranti, gruppi, ragazze, ecc.) Che sono un esempio della ricchezza e della potenzialità esistente nel nostro territorio. La Invisible è una struttura sostenuta dalla collaborazione e dall'intreccio di progetti, iniziative e idee che nascono e si propongono a partire dalla cittadinanza. L'impulso e la vitalità del suo funzionamento dipendono quindi dall'intensità e dalla portata della cooperazione che siamo in grado di promuovere.

In questi 14 anni gruppi sociali essenziali per sostenere la vita sono passati da La Casa Invisible, come Bienvenidos Refugiados, CNAAE, Coordinadora de Migrantes, La Resistienda, La PAH, Sindicato de Inquilinas e Inquilinos, El Café Feminista, Pariendo Deseos, Red Feminista Latinoamericana, Red de Málaga por el Clima, Precarias en Movimiento e un lungo eccetera.

A tutto questo bisogna aggiungere i gruppi culturali che hanno trovato tra le mura de La Casa un luogo di produzione, creazione e manifestazione.

Pensiamo la gestione della comunità come una pedagogia democratica in costruzione permanente.

L'esperienza de La Casa Invisible in questi 14 anni è stata una felice dimostrazione della forza e della creatività che i cittadini possono manifestare quando cooperano e hanno attrezzature e strumenti gestiti per il bene comune.

E la storia continua ...;)

Impegno sociale