Njombe Beyond " 2nd life of plastic satisfies local needs"

Finanziato il 18 / 08 / 2019
Co-finanziato
Ottenuto
€ 8.038
Minimo
€ 3.910
Ottimo
€ 6.160
99 Co-finanziatori
Collaborando € 10
Apprezzamento

Includeremo il tuo nome nella sezione "Apprezzamento" del nostro sito web :)
http://www.smartcentretanzania.com/

> 16 Co-finanziatori
Collaborando € 20
Tramonto

Oltre ad includere il tuo nome sul nostro sito web, avrai l'immagine di un bellissimo e unico tramonto di Njombe.

  • Apprezzamento
  • Tramonto
> 19 Co-finanziatori
Collaborando € 50
Video

Oltre ad inserire il tuo nome sul nostro sito web, riceverai un video del workshop in corso e delle persone che partecipano al progetto.

  • Apprezzamento
  • Video
> 19 Co-finanziatori
Collaborando € 100
Oggetto riciclato nel nostro laboratorio

Oltre ad inserire il tuo nome sul nostro sito web e mandarti il video, riceverai uno degli oggetti che verranno prodotti nel nostro laboratorio. Potrai scegliere quello che ti piace di più.

  • Apprezzamento
  • Video
  • Oggetto prodotto nel nostro laboratorio+

    +Entro la primavera del 2020. La spedizione include solo la Spagna e l'Italia. Si prega di considerare l’impatto ambientale del trasporto se si sceglie questa opzione ;)

> 11 Co-finanziatori
Collaborando € 250
Dare un nome alle macchine

Oltre ad inserire il tuo nome sul nostro sito web, ricevere il video e un prodotto del laboratorio, potrai scegliere il nome di una delle macchine; può essere la tua o quella che sceglierai.

  • Apprezzamento
  • Video
  • Oggetto riciclato nel nostro laboratorio +
  • Nome di una delle macchine

    +Entro la primavera del 2020. La spedizione include solo la Spagna e l'Italia. Si prega di considerare l'impronta di carbonio del trasporto se si sceglie questa opzione ;)

> 03 Co-finanziatori
Collaborando € 500
Conosci Njombe e il nostro laboratorio

Oltre ad includere il tuo nome sul nostro sito web, ricevere il video e l'oggetto riciclato, per i più avventurosi: soggiornare a Njombe per 3 giorni, seguire un corso sul riciclaggio della plastica nel nostro laboratorio e visitare i luoghi più speciali di Njombe. Karibu!

  • Apprezzamento
  • Video
  • Oggetto riciclato nel nostro laboratorio +
  • Soggiorno a Njombe e corso di riciclaggio della plastica ++

    +Entro la primavera del 2020. La spedizione include solo la Spagna e l'Italia. Si prega di considerare l’impatto ambientale del trasporto se si sceglie questa opzione ;)

    ++Il soggiorno include alloggio e cibo per 3 giorni per 2 persone.

> 01 Co-finanziatori

Su questo progetto

Formare imprenditori locali sul riciclo della plastic con una tecnologia semplice per soddisfare le esigenze del territorio a Njombe (Tanzania)
Materiale Minimo Ottimo
Trituratore
Macchinario per sminuzzare la plastica in scaglie di plastica
€ 800
Macchina per lo stampaggio a iniezione
Macchina da utilizzare con uno stampo per produrre piccoli oggetti come materiale didattico, gioielli o giocattoli.
€ 430
Stampi: 4 pezzi
Stampi in alluminio per la produzione con la pressa ad iniezione, la pressa a compressione e la macchina di estrusione.
€ 1.400
Macchina a compressione
Macchina per la produzione di oggetti più grandi e solidi come tegole, pavimenti o ripiani per tavoli.
€ 230
Strumenti
Strumenti per la post-produzione dei manufatti
€ 550
Estrusore
Macchina per produrre filamenti di plastica per oggetti come una lampada o un manico di un coltello.
€ 320
Infrastruttura Minimo Ottimo
Spese per la piattaforma Goteo, banca e premi
Goteo 4%, banca 0,8% del totale
€ 500
Compito Minimo Ottimo
Installazione dei macchinari (circa 2 mesi)
- Stipendio per un formatore e un operaio durante l’istallazione delle macchine: 500 € - Plastica: rifiuti in plastica acquistati da raccoglitori formalizzati di Njombe nel period durante l’installazione: 130 €. - Elettricità durante l'installazione: 200€. - Utilizzo degli strumenti durante la messa a punto: 360 € - Spese d'ufficio (cancelleria, trasporto, pulizia, kit di pronto soccorso, telefono e internet): 740 €
€ 1.930
Totale € 3.910 € 6.160
Imprescindibile
Aggiuntivo

Informazione generale

Plastica! Sempre più rifiuti di plastica a Njombe; sulle strade, sul terreno, nei campi, nei fiumi, nei canali di scolo e nelle discariche. E non ci sono alternative per evitarlo!

E se riciclassimo questa plastica a livello locale e su piccola scala?
E se producessimo oggetti utili per la nostra comunità e allo stesso tempo il riciclo fosse economicamente sostenibile?
E se, oltre a farlo noi stessi, avessimo formato gli altri su come farlo?
Mettiamoci al lavoro!

Apriamo un laboratorio per riciclare la plastica su piccola scala utilizzando le macchine del progetto europeo Precious Plastic. Seguendo l'approccio efficace dei Centri SMART, formeremo gli imprenditori locali in modo che, attraverso le loro attività, si crei una catena di valore intorno alla plastica. Per cominciare, abbiamo bisogno di macchine per il riciclaggio della plastica per sperimentarle e adattarle al nostro contesto. Una volta che saranno in funzione, inizieremo a rispondere alle domande di cui sopra.

"In questo modo, i rifiuti plastici non saranno più un problema, ma saranno preziosi per gli abitanti di Njombe: creando nuovi posti di lavoro e migliorando quelli attuali, realizzando prodotti riciclati utili al territorio e sensibilizzando la comunità locale.

Consideriamo questo progetto come un primo passo per fare di Njombe una città circolare, per andare "beyond"(oltre): OLTRE la situazione attuale, OLTRE la crescente produzione di rifiuti, OLTRE l'inquinamento e l'economia lineare.

Njombe e i suoi 40.000 abitanti nel sud della Tanzania significano colore, accoglienza calorosa e sorrisi al ritmo della musica. E vogliamo che continui ad essere lo stesso. Wananjombe tuwe pamoja! (Abitanti di Njombe, collaboriamo!)

Descrizione del progetto. Caratteristiche, punti di forza e peculiarità.

Stiamo per creare un piccolo laboratorio di riciclaggio della plastica su piccola scala. Grazie a Precious Plastic, sappiamo come produrre le nostre macchine per il riciclo della plastica:

  • Un trituratore per sminuzzare la plastica in piccole scaglie.
  • Una macchina a iniezione da utilizzare con uno stampo per produrre piccoli oggetti come materiale didattico, gioielli o giocattoli.
  • Una macchina di estrusione per produrre filamenti di plastica per oggetti come una lampada o un manico di un coltello.
  • Una macchina a compressione per produrre oggetti più grandi e solidi come tegole, pavimenti o ripiani per tavoli.
  • Utensili per la post-produzione di prodotti.

Nel nostro laboratorio, permetteremo agli imprenditori locali di sperimentare e imparare a costruire le macchine e ad usarle per riciclare. Inoltre, li sosterremo nella loro avventura di avviare la un’ attività di riciclo della plastica e li formeremo su temi chiave come il marketing e la contabilità.

Oggi sono i raccoglitori informali ad effettuare la raccolta dei rifiuti in plastica; grazie al progetto li supporteremo e garantiremo loro uno stipendio equo e condizioni di lavoro sicure.

Stiamo già collaborando con piccole aziende e industrie e con la comunità per scoprire cosa produrre per soddisfare le esigenze locali.

Vogliamo che le scuole siano parte del progetto. Attraverso diversi eventi come presentazioni, tornei e visite al laboratorio, vogliamo che le giovani generazioni scoprano l'impatto della plastica, il suo valore e le sue potenzialità.

OBBIETTIVI:

Il nostro obiettivo finale è: ridurre lo spreco di plastica nella città di Njombe e sensibilizzare la comunità locale sui problemi e le opportunità legate alla plastica.

I nostri obiettivi specifici sono:

  • Stabilire una catena di valore sostenibile per il riciclo della plastica a livello locale e su piccola scala.
  • Collaborare con i diversi attori della catena e garantire condizioni di lavoro eque.
  • Coinvolgere la comunità, scuole comprese, in Njombe Beyond per far luce sui problemi e le opportunità dei rifiuti in plastica.

TABELLA DI MARCIA:

Finora abbiamo.....

  • Scoperto Njombe e le persone che vivono qui
  • Caratterizzato la produzione di rifiuti in Njombe e il sistema di gestione dei rifiuti
  • Fatto ricerca sul flusso di plastica a Njombe e in Tanzania
  • Ideato "come ridurre i rifiuti plastici in Njombe" in una sessione di brainstorming con tutto lo staff SHIPO e con CEFA.
  • Confermata la disponibilità di materiali, componenti e conoscenze tecniche in Njombe per produrre i macchinari.
  • Approfondito l'interesse sul progetto da parte delle autorità locali e degli imprenditori
  • Visitate le industrie locali e analizzate le possibilità di collaborazione

E i nostri prossimi passi sono.....

  • Analizzare la domanda di diversi prodotti utili per la comunità e la possibilità di realizzarli a partire da plastica riciclata. E produrli.
  • Acquistare i componenti delle macchine e installarle nel nostro laboratorio. Per prima cosa faremo realizzare la macchina di stampaggio ad iniezione e gli stampi; acquisteremo le scaglie di plastica dai trituratori locali. In seguito, faremo costruire e ottimizzeremo i trituratori, oltre a costruire gli altri macchinari per produrre altri tipi di oggetti.
  • Ottimizzare il funzionamento delle machine e fare diverse sperimentazioni
  • Collaborare con i raccoglitori di plastica per ottenere la plastica necessaria.
  • Formare gli imprenditori locali nella produzione e messa a punto delle macchine, nella fabbricazione di prodotti riciclati e nello sviluppo delle loro attività.
  • Condurre azioni di sensibilizzazione in varie scuole di Njombe.

Motivazione e a chi si dirige il progetto

Poco più di un anno fa, eravamo in una spiaggia del Marocco, godendoci il tramonto, noi due da soli. Era un posto bello e tranquillo, ma c'era un "ma": c'era plastica dappertutto. E' stato allora, con l'ispirazione recente di Precious Plastic e tutte le conoscenze ottenute durante i nostri 6 anni di studi ambientali, che è nato il sogno: E se facessimo il giro del mondo raccogliendo plastica e trasformandola in oggetti utili per la comunità locale? La disponibilità di rifiuti in plastica (purtroppo) non sarebbe un problema...

Pochi mesi dopo, Leire si è trasferita a Njombe per uno stage presso lo SHIPO SMART Centre. Si è innamorata così tanto del luogo e soprattutto della gente del posto, che 6 mesi sono diventati 17, finora.....

Durante il suo tempo lì, ha avuto modo di conoscere gli altri due fattori che hanno fatto nascere Njombe Beyond:
1. L'approccio SHIPO Centre: formare il settore privato locale per dare una soluzione SMART alle sfide locali come l'approvvigionamento idrico.
2. La quantità di rifiuti di plastic a Njombe era in crescita e si trovavano rifiuti sparsi in tutta la città di Njombe e nel suo ambiente.

Per quanto riguarda la produzione di rifiuti abbiamo fatto ricerca e approfondito la nostra conoscenza sulla situazione attuale, il che ha sicuramente rafforzato le nostre convinzioni:
Njombe è una città in crescita, ha più di 40.000 abitanti che producono più di 35 tonnellate di rifiuti al giorno. 28 tonnellate accatastate nella discarica, dove è pratica comune bruciare i rifiuti per mancanza di spazio. Il resto dei rifiuti viene bruciato nelle fosse nei cortili o finisce semplicemente nell'ambiente.

Più del 10% dei rifiuti è costituito da plastica: 3500 kg al giorno di scarti e più di 1000 tonnellate all'anno vengono impilati, bruciati, sotterrati nelle discariche o dispersi nell'ambiente.

Fino alla fine del 2017, parte delle bottiglie di plastica sono state raccolte da aziende della Tanzania e inviate in Cina. Tuttavia, dal 2018 la Cina ha smesso di importare rifiuti di plastica. La plastica dura viene in parte riciclata a Dar es Salaam (la capitale economica della Tanzania), ma non esiste un mercato per le bottiglie di plastica.

A Njombe ci sono raccoglitori informali che raccolgono e triturano la plastica per trasportarla a Dar es Salaam che dista 700 km da Njombe: cià rende questa opzione non sostenibile.

La crescita demografica di Njombe e l'aumento del 400% [1] delle importazioni di plastica e gomma dal 2000, indicano che i problemi dei rifiuti plastici non diminuiranno.

Purtroppo, Njombe non fa eccezione: la situazione nel resto della Tanzania e dell'Africa subsahariana segue la stessa tendenza: la popolazione della Tanzania dovrebbe più che raddoppiare entro il 2050 e lo sviluppo sta portando all’aumento di tassi di consumo. Di conseguenza, i tassi di produzione di rifiuti dovrebbero più che triplicare nel paese entro il 2050, mentre la copertura della raccolta è solo del 48% e mancano le infrastrutture per la separazione e il trattamento dei rifiuti [2]. Questo ci indica che è necessario agire ora, prima che il problema globale peggiori.

Siamo lieti di constatare che negli ultimi anni stanno crescendo le campagne di sensibilizzazione e fioriscano studi sui problemi legati alla massiccia produzione di rifiuti, argomenti prima ignorati.

Non pensiamo che il riciclo della plastica sia l'unica soluzione a questo problema; concepiamo questo progetto come un mezzo per dare visibilità ai problemi derivanti dai rifiuti, ridurre il consumo di plastica a Njombe, dare una soluzione sostenibile ai rifiuti plastici generati a Njombe e sensibilizzare la comunità locale.

Sogniamo una Njombe pulita e sana. Con imprenditori che riciclino la plastica su piccola scala, con le scuole coinvolte nel progetto e con persone che conoscano l'impatto dei rifiuti plastici, che prendano misure e comprendano l'importanza di ridurre e trattare questo prezioso materiale.

[1] Fonte: The observatory of economic activity
[2] Fonte: World Bank - What a waste

Esperienza previa e team

SMART Centre Tanzania è un'unità di SHIPO, una ONG locale con sede a Njombe. In questo dipartimento, siamo tre ingegneri ambientali e un esperto di sviluppo comunitario. Ci occupiamo di SMARTechs (Simple, Market based, Affordable and Repairable Technologies) che risolvono le sfide delle comunità locali in materia di approvvigionamento idrico, servizi igienico-sanitari e, attraverso Njombe Beyond, gestione dei rifiuti. L'approccio SMART Center consiste nella formazione di imprenditori locali affinché queste tecnologie siano utilizzate e raggiungano la comunità attraverso il settore privato. In questo modo, il mercato per gli SMARTechs esisterà anche quando il lavoro dell'ONG sarà terminato. I risultati ottenuti con questa strategia sono ammirevoli:

"Più di 27.500 persone, tra scuole e ospedali, beneficiano dei pozzi e delle pompe installate dagli artigiani formati. Più di 60 artigiani hanno creato 15 gruppi (aziende) attivi al giorno d'oggi."

Collaboriamo inoltre con CEFA, una ONG italiana presente in Tanzania dagli anni '70. Negli Altipiani meridionali stanno lavorando in diversi settori (agricoltura, energia, ambiente) per uno sviluppo rurale integrato. In particolare ci relazioniamo con il settore Ambiente di Matembwe, un villaggio vicino, che sta lavorando per trovare soluzioni efficaci al problema della gestione dei rifiuti solidi: stanno conducendo campagne di sensibilizzazione sull'inquinamento ambientale e hanno avviato un laboratorio artigianale chiamato 'THAMANI - Value, not waste” che impiega donne svantaggiate.
Con loro vorremmo sviluppare un sistema villaggio-città, specialmente per la gestione dei rifiuti in plastica.

Il nostro bagaglio

  • Uno spazio per il laboratorio e diversi strumenti
  • Conoscenze sulla produzione di macchine per il riciclo. Supporto tecnico da parte della comunità di Precious Plastic
  • Rete di artigiani locali in grado di fabbricare le macchine
  • Supporto delle autorità locali e degli imprenditori locali: il Dipartimento Ambiente del Comune di Njombe ci ha fornito I dati esistenti oltre ad aiutarci a conoscere il sistema locale di gestione dei rifiuti, a identificare e a metterci in contatto con potenziali stakeholders del progetto, come gli imprenditori locali che raccolgono, triturano e trasportano la plastica a Dar es Salaam.

Impegno sociale