Tot inclòs. Danys i conseqüències del turisme a casa nostra. EL DOCUMENTAL

Islas Baleares, España
2ª giro Restano 8 giorni
Avviato! In cerca del meglio
Ottenuto
€ 18.025
Minimo
€ 13.965
Ottimo
€ 27.510
419 Co-finanziatori
Collaborando € 5
Reconeixement
Reconeixerem la teva aportació al documental mostrant el teu nom als crèdits del documental i a la web del Tot Inclòs.
> 14 Co-finanziatori
Collaborando € 10
Visualització on-line + Reconeixement
A part de reconèixer la teva aportació al documental et passarem un enllaç, després de l'estrena oficial, per a que puguis visualitzar el documental on-line.
> 90 Co-finanziatori
Collaborando € 20
Entrada estrena oficial + Reconeixement
A part del reconeixement, et donarem una entrada per a assistir a l'estrena del documental.
> 99 Co-finanziatori
Collaborando € 25
Postals + Visualització on-line + Reconeixement
A part del reconeixement i la possibilitat de veure el documental a la xarxa, t'enduràs 3 postals dissenyades per Pau Oliver per a les jornades «Ciutat és de qui l'habita, no de qui la visita».
> 26 Co-finanziatori
Collaborando € 30
Poster + visualització on-line + Reconeixement
A part del pertinent reconeixement i la possibilitat de veure el documental a la xarxa, et donarem un pòster a triar entre: la il·lustració d'alguna de les 4 portades, l'Hara-Guiri, el Benvingut Turisme Insostenible i el propi pòster del documental.
> 18 Co-finanziatori
Collaborando € 40
Bossa de tela + visualització on-line + Reconeixement
A part de la possibilitat de veure el documental a la xarxa i del merescut reconeixement, t'obsequiarem amb una bossa de tela amb el disseny de l'Hara-Guiri.
> 48 Co-finanziatori
Collaborando € 50
DVD + Reconeixement
A part del reconeixement, et donarem una còpia del DVD del documental.
> 47 Co-finanziatori
Collaborando € 100
Lot complet + Entrada estrena oficial + Reconeixement
A part de reconèixer el teu suport i assistir a l'estrena oficial del documental, t'oferirem un lot complet de productes: tres postals, un pòster, una bossa de tela i el DVD del documental.
> 51 Co-finanziatori
Collaborando € 500
Projecció del documental
Per aquelles persones o entitats que recolzin aquest documental amb la recompensa més alta, ens oferim per co-organitzar una projecció del documental al seu poble o ciutat.
> 01 Co-finanziatori
Collaborando € 1.000
Productora associada + projecció del documental
Per aquelles persones o entitats que recolzin aquest documental amb la recompensa més alta, el seu nom apareixerà als crèdits del documental com a productora associada (en el cas de ser un col·lectiu/organització, apareixerà el logotip). A part, ens oferim per co-organitzar una projecció del documental al seu poble o ciutat.
> 01 Co-finanziatori

Su questo progetto

Un contro-racconto al discorso «viviamo del turismo»; un documentario che metta in luce la realtà incomoda che una gran parte della società di Maiorca preferisce trascurare.
Compito Minimo Ottimo
Realizzazione
Salario per l'operatore camera/realizzatore.
€ 2.000
Direzione
Salario per la direttrice/sceneggiatrice.
€ 2.000
Montaggio
Salario per il montaggio audiovisivo.
€ 1.500
Tecnico del suono
Salario per il tecnico del suono, con materiale incluso.
€ 1.200
Grafica
Salario per chi fa la grafica.
€ 1.500
Produzione
Salario della produttrice.
€ 2.000
Realizzazione
Complemento extra per l'operatore di camera/realizzatore.
€ 1.000
Direzione
Complemento extra per il direttore/sceneggiatore.
€ 1.000
Montaggio
Complemento extra per il montaggio.
€ 500
Produzione
Complemento extra para la produttrice.
€ 1.000
Tecnico del suono
Complemento extra per il tecnico del suono.
€ 800
Mix suoni
Salario per chi fa il mix dei suoni.
€ 1.200
Post-produzione
Salario per la correzione del colore digitale posteriore.
€ 800
Infrastruttura Minimo Ottimo
Apparecchiature da ripresa
Affitto di cineprese e altri attrezzi con assicurazione.
€ 600
Spostamenti
Spese per gli spostamenti: veicolo, benzina e parcheggi.
€ 200
Sala suono
Affitto della sala dove fare il mix delle registrazioni.
€ 300
Presentazione ufficiale
Compiti derivati dalla presentazione ufficiale: affitto delle sala, materiale di diffusione, materiale cartaceo, etc.
€ 200
Diete
Diete e spese delle ripresee.
€ 400
Drone
Affitto di un drone per prospettive aeree.
€ 500
Goteo
Commissione per Goteo (4%) nel caso otteniamo il presupposto minimo.
€ 532
Transferenze bancarie
Commissione per trasferenze bancarie (1%) nel caso otteniamo il presupposto minimo.
€ 133
Spese produzione
Spese impreviste durante la produzione.
€ 400
Sala suono
Allargare l'affitto della sala suono.
€ 200
Sala edizione
Affitto di una sala per creare l'audiovisivo.
€ 500
Goteo
Commissione per Goteo (4%) nel caso di ottenere il presupposto ottimo.
€ 516
Transferenze bancarie
Commissione per trasferenze bancarie (1%) nel caso otteniamo il presupposto ottimo.
€ 129
Materiale Minimo Ottimo
Copie DVD
Copie di distribuzione del documentario per i finanziatori che ne facciano richiesta.
€ 600
Merchandising
Spese derivate dall'elaborazione delle ricompense: cartolise, cartelli, borse di tela.
€ 300
Immagini d'archivio
Acquisizione dei diritti di materiale d'archivio.
€ 3.000
Musica
Acquisizione di diritti musicali.
€ 2.500
Total € 13.965 € 27.510
Imprescindibile
Aggiuntivo

Informazione generale

Vogliamo fare un DOCUMENTARIO che rompa il discorso egemonico riguardo al turismo. Però, ci spingiamo oltre: vogliamo uscire nelle strade e unire più e più persone che, come noi, considerano necessario organizzarsi e reagire di fronte alla situazione attuale. Parleremo delle conseguenze del turismo nel medio ambiente, dello sfruttamento lavorale e del maschilismo negli alberghi e nell'industria, delle imprese immobiliari straniere che ci rubano il territorio, la campagna che sta sparendo, i prezzi astronomici degli affitti... Vogliamo riunire gli sforzi collettivi, le idee comuni, i fatti e le azioni sorprendenti. Vogliamo arrivare a tutti gli angoli, che tutti ci ascoltino.

Ci entusiasma pensare che vi unirete a questo gran lavoro perché, se non lo facciamo ora, forse sarà già troppo tardi. Perché se non lo facciamo noi, non lo farà nessuno. Perché se non lo facciamo unite e uniti, non avrebbe senso. E, soprattutto, perché sappiamo che possiamo farcela. Altre volte ce l'abbiamo già fatta, come giustamente 40 anni fa nell'isola di Sa Dragonera.

Descrizione del progetto. Caratteristiche, punti di forza e peculiarità.

Il progetto consiste in tradurre i contenuti delle pubblicazioni cartacee del monografico «Tot Inclòs» in un formato audiovisivo per arrivare ad uno spettro più amplio della società e per incidere nel dibattito pubblico e nella generazione di coscienza sulla tematica del turismo.

Motivazione e a chi si dirige il progetto

Da quando negli anni 60 le Baleari –specialmente Maiorca e Ibiza– rimasero abbagliate dal turismo, tutto ciò che era relazionato con quest'ultimo veniva visto come utile per farci uscire dall'autarchia franchista. Così dunque, l'industria del turismo fu introdotta e ricevuta come la locomotiva che ci trasportava nel treno della modernità, della società del consumo e della vita urbana. Da allora, i cambi sono stati così rapidi e profondi che è conveniente analizzarli da un punto di vista critico che metta in questione la falsità del discorso che è stato trasmesso dal potere.

Per questo, vogliamo fare un documentario che presenti la faccia occulta del turismo e smonti la versione ufficiale riguardo alle origini del turismo e i suoi ipotetici benefici. La nostra pretesa è stilare un relato contro-egemonico creando un insieme di argomenti propri che possa servire come base per una possibile lotta di opposizione.

Per altra parte, vogliamo rompere il consenso assoluto che si è dato riguardo all'industria del turismo e alle sue nefaste conseguenze. Il turismo è sempre stato sacralizzato, tanto dalla destra come dalla sinistra, come possiamo vedere in questo momento con il primo Governo nettamente “progressista” in carico nelle Isole Baleari. Questa sacralizzazione ha portato a che quasi tutto il corpo sociale delle Isole concepisca il turismo come la nostra mucca sacra, al gallina dalle uova d'oro che ci ha resi “ricchi a tutti” (soprattutto alla classe alberghiera). Tuttavia, negli ultimi ani, la leggenda che “viviamo del turismo” ha cominciato ad essere messa seriamente in questione.

Dato il silenzio imperante riguardo all'industria delle vacanze, i lavori critici rispetto al turismo sono praticamente inesistenti o sconosciuti... e soprattutto nell'ambito audiovisivo. Abbiamo l'ambizione così di aprire un nuovo fronte di denuncia che dia immagine e suono all'ampio ventaglio di danni derivati dal turismo.

Per concludere, abbiamo la pretesa di trasmettere la situazione a punto di collassare, alla quale “il successo” del turismo ci ha condotto negli ultimi anni di record negli arrivi turistici e di boom dell'affitto ad uso turistico di case. Pensiamo che la situazione sia critica e che il conflitto con la popolazione sia già qui. Le menzogne del falso ripartitore turistico si fanno sempre più evidenti, infatti le differenze sociali aumentano rapidamente, il deficit delle infrastrutture sociali è cronico, l'impatto sul territorio non smette e l'impronta ecologica e la pressione sulle risorse è aumentata così tanto che siamo vicini al collasso ecologico.

Oltretutto, nel documentario proveremo a mostrare i gravi pericoli che comporta puntare tutto su un unica carta, quella della monocoltura del turismo, in un mondo interdipendente.

Obiettivi della campagna di crowdfunding

L'obbiettivo del documentario è dare spazio alle voci critiche rispetto al turismo e far luce sui pregiudizi riguardo a questa industria per distruggere il consenso sociale forgiato dal relato egemonico del potere. E vogliamo farlo generando una comunità di lotta che prenda parte al processo di gestazione del progetto e si organizzi collettivamente per dar risposte nell'ambito sociale.

Esperienza previa e team

Per questo progetto, si uniscono la esperienza del collettivo editore “Tot Inclòs”, che da 4 anni sta costruendo un discorso contro-egemonico in relazione all'industria del turismo, con la capacità documentativa di, per un parte, un gruppo professionale nel settore audiovisivo vincolato a documentari di carattere sociale come per esempio «Estat d’exili» [Stato d'esilio], «Memòria i Oblit d’una Guerra» [Memoria e Dimenticanza di una Guerra], «Sortir del Laberint» [Uscire dal Labirinto] o «Muerte accidental de un immigrante» [Morte accidentale di un migrante] ; e dall'altra parte di un gruppo di attivisti nel mondo audiovisivo che da 3 anni danno voce -e immagine- ai movimenti sociali e organizzazioni anticapitaliste di Maiorca. Inoltre, contiamo con l'accompagnamento di Metromuster, produttrice indipendente che sperimenta con l'arte, la comunicazione e la politica dal 2010.

Condividiamo l'inquietudine e l'esperienza accumulata da differenti fronti per contribuire al cambio sociale attraverso l'impoteramento dei collettivi in lotta.

Impegno sociale